Lug 16, 2018 - Libri    No Comments

Ho letto: Fiori sopra l’inferno

fiori5

Un libro di una ragazza friulana ai vertici delle classifiche? Dovevo leggerlo assolutamente! Promuoviamo la letteratura italiana!! Con Carrisi ho avuto una bella fortuna, ma devo dire che anche la protagonista di questo romanzo è davvero un bel personaggio!! Brava! Leggetelo!

Tra i boschi e le pareti rocciose a strapiombo, giù nell’orrido che conduce al torrente, tra le pozze d’acqua smeraldo che profuma di ghiaccio, qualcosa si nasconde. La mia lucidità è a rischio, e questo significa che lo è anche l’indagine. Mi chiamo Teresa Battaglia, ho un segreto che non oso confessare nemmeno a me stessa, e per la prima volta nella vita ho paura.

Giu 27, 2018 - Libri    No Comments

Ho letto: Figlie del mare

figlie

Titolo originale “Crisantemi bianchi”, chissà perché questa mania di cambiare i titoli… L’ ho letto ispirato dalla notevole pubblicità su questo romanzo, ma a livello letterario non mi sembra nulla più d’un buon romanzo. Sul tema, ovviamente, non ci sono commenti da fare, un’atrocità come solo noi uomini siamo in grado di fare a noi stessi. Il messaggio dell’autrice quindi è opportuno raccoglierlo, non è un romanzo lungo pertanto se avete un paio di serate tranquille, sarà una buona compagnia.

Una storia d’amore profondo che lega due sorelle, sullo sfondo di una tragedia a noi ancora poco nota: quella delle “donne di conforto”, ragazze rapite e trasformate in prostitute per i soldati dell’esercito imperiale giapponese prima e durante la Seconda guerra mondiale.

Giu 19, 2018 - Libri    No Comments

Ho letto: Piccole apostasie

9788815258670_0_0_300_75Ci sono realtà che ci circondano che è bene conoscere in anticipo per non rischiare di rimanerci impigliati, ma anche per assumerci la responsabilità di dare un sostegno se mai dovessimo imbatterci in qualcuno in difficoltà.

A queste “piccole apostasie”, è dedicato il volume che focalizza l’attenzione sul congedo da quattro movimenti religiosi, diversi per struttura organizzativa e proposta dottrinaria: Damanhur, Soka Gakkai, Testimoni di Geova e Scientology. Gli autori si soffermano sui processi di ricostruzione identitaria di chi compone nella propria vita due punti di svolta, due scelte controcorrente: l’adesione a un’organizzazione religiosa alternativa e poi l’abbandono del nuovo credo.

Giu 18, 2018 - Libri    No Comments

Ho letto: L’uomo che inseguiva la sua ombra

images

Non potevo non leggere l’ultimo (per ora) capitolo della storia. Anche questo, come il precedente libro dell’autore, vive sulla forza del personaggio creato nella trilogia originale. Senza questa premessa leggere questo libro è piuttosto inutile pertanto lo consiglio solo a chi, come me, ha letto la storia fin qui e non riesce a staccarsi da Lisbeth che resta uno dei grandi personaggi letterari del genere.

Nella sua inestinguibile sete di giustizia, Lisbeth rischia di riaccendere le forze oscure del suo passato che ora, in nome di un folle e illusorio bene più grande, quasi sembrano aver stretto un’alleanza per darle di nuovo la caccia.

Giu 11, 2018 - Libri    No Comments

Ho letto:

buchi

Grazie Andrea per aver rinnovato la curiosità per questa materia così complessa e misteriosa. Questo libricino è semplice, per i neofiti come me, ma il fatto di leggere Hawking è sempre piacevole di per sè; sarà per quel senso di soggezione…

Se oggi sappiamo che ogni stella ha una sua vita, e una morte, lo dobbiamo principalmente a Hawking il quale, con la sua ricerca di primo livello, ma anche con un’insuperata capacità divulgativa, da quasi mezzo secolo ci racconta l’universo. Ancora molto però resta da spiegare, e l’attività di Hawking rappresenta, ancora oggi, il culmine della ricerca in ambito astrofisico.

Giu 11, 2018 - Libri    No Comments

Ho letto: Ogni Istante è un Dono

introduzione-ogni-istante-e-un-dono-libro-di-thich-nhat-hanh

Di questo piccolo libro, molto diverso da quello recensito in precedenza, ho apprezzato la parte autobiografica. Credevo che quest’uomo avesse maturato l’idea della pace interiore ed esteriore meditando sotto una cascata in uno sperduto luogo montano, invece ha vissuto da vicino la guerra… ulteriore motivo di stima.

Scegliendo come guida gli insegnamenti dei grandi maestri Zen della tradizione orientale, Thich Nhat Hanh ricorda a tutti noi che, qualsiasi sia la sfida che ci troviamo ad affrontare, possiamo sempre trovare dentro di noi le ragioni e la forza per tornare ad apprezzare e ad amare ogni sìngolo momento della nostra vita.

Mag 18, 2018 - Libri    No Comments

Ho letto: Quello che non uccide (Millennium 4)

Purmill4troppo c’è una pecca: senza la trilogia precedente questo libro non ha un gran valore. Se volete godervi un’altra avventura della mitica Lisbeth allora mettetevi comodi e leggete pure queste pagine, perchè il gusto lo troverete nei ricordi dei libri precedenti. Se non la conoscete andate prima a comprare la trilogia dell’autore originale in libreria (ne vale la pena).

Da qualche tempo “Millennium” non naviga in buone acque e Mikael Blomkvist, il giornalista duro e puro a capo della celebre rivista d’inchiesta, non sembra più godere della popolarità di una volta. Sono in molti a spingere per un cambio di gestione e lo stesso Mikael comincia a chiedersi se la sua visione del giornalismo, per quanto bella e giusta, possa ancora funzionare. Mai come ora, avrebbe bisogno di uno scoop capace di risollevare le sorti del giornale insieme all’immagine – e al morale – del suo direttore responsabile. In una notte di bufera autunnale, una telefonata inattesa sembra finalmente promettere qualche rivelazione succosa. Frans Balder, un’autorità mondiale nel campo dell’intelligenza artificiale, genio del…

Mag 18, 2018 - Libri    No Comments

Ho letto: Lettere contro la guerra

terzaDovrebbero leggerlo nelle scuole. La cultura del medio oriente è molto diversa dalla nostra e non siamo abituati a confrontarci, ma ci limitiamo a pensare che tutti dovrebbero essere come noi. Per questo siamo noi stessi la causa di almeno una parte dell’odio nei nostri confronti.

Con queste corrispondenze – da Kabul, Peshawar, Quetta, ma anche da Orsigna, Firenze, Delhi e dal suo rifugio sull’Himalaya – Tiziano Terzani comincia un pellegrinaggio di pace tra Oriente e Occidente. Secondo l’autore infatti “non basta comprendere il dramma del mondo musulmano nel suo confronto con la modernità, il ruolo dell’Islam come ideologia antiglobalizzazione, la necessità da parte dell’Occidente di evitare una guerra di religione”, bisogna soprattutto capire, convincersi, credere che l’unica via d’uscita possibile dall’odio, dalla discriminazione, dal dolore, non è la guerra.

Pagine:1234567...31»