Mag 6, 2019 - Libri    No Comments

Ho letto: Il catino di zinco

catino

Mi sono annoiato parecchio. Un’ottima scrittrice, un vocabolario invidiabile, ma questo romanzo mi ha lasciato a bocca asciutta.  I film estratti dai suoi libri e mi sono piaciuti molto. Forse ho solo sbagliato la scelto del romanzo tra la sua produzione.

Al centro di questo romanzo, il primo scritto da Margaret Mazzantini, c’è l’esistenza drammatica di una donna coerente e volitiva, che riesce sempre a conservare con coraggio e tenacia la sua indipendenza interiore. È Antenora, eroina di un mondo arcaico, nel quale, pur confinata all’interno delle mura, esercita un matriarcato energico e indiscusso. Valori netti e semplici, sentimenti forti ed esclusivi la renderanno capace di affrontare dittature, guerre, e la difficile ricostruzione, senza mai perdersi d’animo.

Mag 3, 2019 - Libri    No Comments

Ho letto: Eccomi

eccomi

E’ il terzo libro che leggo di questo autore, scrive in un modo davvero pazzesco! Ti porta davvero dentro la testa dei personaggi  e ha una intensità difficile da trovare in altri scrittori (mi ricorda Carver). Forse un po’ volgarotto a volte, ma non leggere i suoi libri è davvero un peccato.

Ambientata a Washington durante quattro, convulse settimane, “Eccomi” è la storia di una famiglia in crisi. Mentre Jacob, Julia e i loro tre figli sono costretti a confrontarsi con la distanza tra la vita che desiderano e quella che si trovano a vivere, arrivano da Israele alcuni parenti in visita. I tradimenti coniugali veri o presunti, le frustrazioni professionali, le ribellioni adolescenziali e le domande esistenziali dei figli, i pensieri suicidi del nonno, la malattia del cane: tutto per Jacob e Julia rimane come sospeso quando un forte terremoto colpisce il Medio Oriente, innescando una serie di reazioni a catena che portano all’invasione dello stato di Israele. Di fronte a questo scenario inatteso, tutti sono costretti a confrontarsi con scelte a cui non erano preparati, e a interrogarsi sul significato della parola casa.

Apr 2, 2019 - Libri    No Comments

Ho letto: Siete pazzi a mangiarlo!

pazzi

Se ne leggono tante, ma sentirle da chi in prima persona ha compiuto le truffe dona una credibilità profonda. Il peggio è che la realtà è ancora più terribile di quella che avevo pensato… per fortuna ci sono i consigli per difendersi. Una lettura molto interessante, quanto disgustosa!

Nessuno come Christophe Brusset, ingegnere che ha lavorato per anni ai massimi livelli delle principali multinazionali del cibo, può svelare i meccanismi allucinanti dell’industria alimentare, dopo esserne stato testimone e complice. Svela i lunghi viaggi delle materie prime da una frontiera all’altra, racconta quali procedure e trucchi si nascondono dietro i prodotti che troviamo sugli scaffali, e ci fa capire che per mantenere le super-offerte che tutti rincorriamo, i grandi supermercati costringono i produttori ad abbassare la qualità.
Un libro illuminante e indispensabile, che spiega anche come è possibile difendersi, fare acquisti più oculati e addirittura orientare l’operato delle aziende.

Apr 2, 2019 - Libri    No Comments

Ho letto: Un ristretto in tazza grande

grandeTampinato dal marketing ogni volta che accendevo il mio kindle, ho deciso infine di leggerlo! Non mi è dispiaciuto, poco credibile ma molto divertente. E scritto bene. Un’ottima lettura per svagarsi un poco con una sana ironia.

Riccardo Ranieri, giornalista del Mattino di Padova e assiduo frequentatore dei campi da golf, si trova suo malgrado coinvolto in un omicidio che sconvolge la rilassata routine del Golf Club Frassanelle. Inizia così una vera e propria caccia all’uomo in cui preda e predatore si confondono.

Mar 19, 2019 - Libri    No Comments

Ho letto: M. Il figlio del secolo

m

E’ stata una lettura piuttosto lunga, ma non tanto per le pagine (800).  L’autore scrive in modo eccellente ed è stato un gusto leggerlo, ma la trama a sfondo politico era comunque poco digeribile e quindi ho preso il testo poche pagine alla volta…Leggerei volentieri altro di questo autore.  Sono felice di aver imparato qualcosa di nuovo di questa nostra Italia.

Lui è come una bestia: sente il tempo che viene. Lo fiuta. E quel che fiuta è un’Italia sfinita, stanca della casta politica, della democrazia in agonia, dei moderati inetti e complici. Allora lui si mette a capo degli irregolari, dei delinquenti, degli incendiari e anche dei “puri”, i più fessi e i più feroci. Lui, invece, in un rapporto di Pubblica Sicurezza del 1919 è descritto come “intelligente, di forte costituzione, benché sifilitico, sensuale, emotivo, audace, facile alle pronte simpatie e antipatie, ambiziosissimo, al fondo sentimentale”. Lui è Benito Mussolini…

Feb 11, 2019 - Libri    No Comments

Ho letto: Cosa ne farò di questo libro?

9788858852101_0_150_0_75

Una brevissima pièce teatrale del Nobel per la letteratura. Ovviamente niente a che vedere con lo stupendo nonché atroce Cecità, che colgo l’occasione per consigliarvi.

Tornato da poco da diciassette anni di viaggio in India e nel Mozambico, il poeta Luis Vaz de Camoes, porta con sé un’opera nuova, ricca, imprevedibile. Ma la corte di Portogallo non sembra interessata ad ascoltare la sua opera. Riuscirà Luis de Camoes a farsi udire e a far conoscere i versi del suo libro?

Feb 11, 2019 - Libri    No Comments

Ho letto: L’educazione

9788807032936_0_0_300_75Mi sono fidato di nuovo dei consigli di lettura di Bill Gates e non mi sono pentito. Una storia che sembra surreale ma invece è assolutamente vera;  seppur molto lontana dalla mia, è una storia che non dimenticherò, cercherò di ricordarmi la forza con cui Tara ha affrontato e svoltato una vita molto complicata. E terrò gli occhi aperti su cosa accade attorno a me.

Tara, la sorella e il fratello sono nati in una famiglia di mormoni anarco-survivalisti delle montagne dell’Idaho. Non sono stati registrati all’anagrafe, non sono mai andati a scuola, non hanno mai visto un dottore. Sono cresciuti senza libri, senza sapere cosa succede all’esterno o cosa sia successo in passato. Fin da piccolissimi hanno aiutato i genitori nei loro lavori: d’estate, stufare le erbe per la madre ostetrica e guaritrice; d’inverno, lavorare nella discarica del padre, per recuperare metalli. Fino a diciassette anni Tara non ha idea di cosa sia l’Olocausto o l’attacco alle Torri gemelle.

Gen 23, 2019 - Libri    No Comments

Ho letto: Il gioco del suggeritore

9788830448285

Quanto ho atteso un nuovo libro della serie del suggeritore !…ma stavolta, per la prima volta dopo 7 libri entusiasmanti sembra essere cambiato qualcosa nello scrittore. All’inizio e in un paio di passaggi ho ritrovato il mio thrillerista italiano preferito, ma per il resto… la storia secondo me non regge da parecchi punti di vista. Spero che la vicenda non continui ad evolversi a partire da questa trama…

In una buia notte di tempesta, è trasmessa alla polizia una chiamata d’aiuto. La telefonata proviene da una fattoria isolata, a una quindicina di chilometri dalla città. Quando la pattuglia arriva, però, è troppo tardi: qualcosa di tremendo è già successo. Gli investigatori si trovano davanti un vero e proprio enigma: su quella scena del delitto c’è tutto, tranne i cadaveri. Il colpevole, subito arrestato, è un uomo in carne ed ossa, che però sembra un fantasma: assente su internet, invisibile alle telecamere di sorveglianza; e, soprattutto, muto come una tomba. Solo una convocazione, inquietante, attraverso quattro semplici lettere tatuate sul suo corpo: Mila.

Gen 23, 2019 - Libri    No Comments

Ho letto: Nanga

3848126-9788817090230

Quando ho chiuso l’ultima pagina mi son sentito parte di qualcosa di incredibile. Un libro semplice, schietto, sincero, da cui tracima una passione senza fine. Una storia di eroi, di persone vere fino in fondo. Vorrei tanto poter essere anche io una persona così. Non intendo uno che scala le montagne, ma una persona che sa seguire un sogno, che sa vivere intensamente ogni giorno.

Quella di Moro per il Nanga Parbat è una folgorazione, una scintilla scoccata sulle pagine dei libri che Simone leggeva da ragazzino, dove si narravano le imprese straordinarie di alpinisti come Albert Mummery, Hermann Buhl e Reinhold Messner che su quella montagna avevano lasciato una traccia e in certi casi, tragicamente, anche la vita. Con il tempo la scintilla si è ravvivata fino a diventare una passione travolgente, un amore vero e proprio per una cima maestosa che, nel tempo, aveva continuato a respingere molti alpinisti.

Gen 14, 2019 - Libri    No Comments

Ho letto: Cometa sull’Annapurna

cometa

Un libro onesto e sincero come l’animo di chi ama davvero la montagna. Se non avete mai letto libri del genere, questo potrebbe essere un buon inizio. Gli alpinisti cercano i loro successi nel pieno rispetto del mondo e degli altri, per questo sono una categoria a parte. Ispirazione per tutti.

Simone Moro in questo libro racconta la spedizione sull’Annapurna del 1997 che è costata la vita ai suoi due compagni di cordata e che lo ha visto “miracolosamente” sopravvissuto alla valanga che ha ucciso gli altri e che lo ha fatto volare 800 metri. E così parte dalla sua infanzia e cerca di spiegare come mai ha fatto della montagna il suo mestiere, perché scalare è la sua vita, e che cosa significhi per lui raggiungere la vetta. Ci racconta le sue esperienze, le sue paure, i suoi dubbi e la grande indimenticabile amicizia tra lui e Anatoli Boukreev, il grande alpinista russo morto sull’Annapurna.

Pagine:1234567...34»