Dic 28, 2009 - Libri    No Comments

Ho letto: Lettere di don Lorenzo Milani priore di Barbiana

milani.jpgInnanzitutto grazie e Giorgio che me l’ha prestato. Non conoscevo granchè la storia di quest’uomo. Un uomo controcorrente, pieno di passione, intelligente, cocciuto. Dalla sua vita si impara molto anche sulla società civile (ed ecclesiale) degli anni del secondo dopoguerra. E’ di sicuro una lettura molto interessante. Un passo molto bello è la Lettera ai giudici (http://www.zoomedia.it/DonMilani/letteraaigiudici.html) che scrive per autodifesa dopo la denuncia arrivata per la Lettera ai cappellani militari (http://www.donlorenzomilani.it/don_milani/lettere_cappellani.php). Ma il mio preferito è quando parla ad una prostituta dell’imprudenza della fede.

 

Frainteso, criticato, a lungo ostacolato sia dalle autorità scolastiche che da quelle religiose, don Lorenzo Milani è stato una delle personalità più significative del dibattito culturale del secondo dopoguerra. Forte di una convinzione che nasceva da una matura e disincantata osservazione del contesto sociale nel quale gli operatori culturali dovevano agire, don Milani giunse a rivoluzionare completamente il ruolo dell’educatore, denunciando la natura classista dell’istituzione scolastica italiana, andando incontro concretamente alle esigenze dei ceti meno privilegiati. Queste lettere, finalmente di nuovo accessibili al pubblico italiano, ben rappresentano le speranze e la tenace volontà di questo coraggioso innovatore oltre che essere uno straordinario documento di accesso alla figura “privata” di don Lorenzo Milani. Scritte ad amici, collaboratori ed avversari e frutto di diversi mesi di lavoro svolto dagli allievi di Barbiana (“coordinati” allora da Michele Gesualdi), esse delineano un disegno educativo che ha lasciato una traccia profonda e indiscutibile nella didattica e nella pedagogia moderna. Tutto è interessante in questo volume, anche le eventuali omissioni e gli eventuali tagli in esso presenti che testimoniano il clima che si viveva a Barbiana nei mesi immediatamente successivi alla morte del Priore.

 

 

 

 

Nov 13, 2009 - Libri    No Comments

Ho letto: Trilogia della fondazione

asimov.jpgE’ la prima volta che mi cimento con Asimov, devo dire che è stato molto interessante e istruttivo;  bello lo stile narrativo e le soluzioni delle crisi Seldon…Mi è piaciuto devo dire, un vero e proprio classico. Ma non mi ha entusismato al punto da continuare subito la saga…

Sono qui riuniti i tre romanzi della Fondazione, la grandiosa saga premiata nel 1966 come miglior ciclo fantascientifico di ogni tempo. La vicenda,ambientata in un lontano futuro, ha inizio quando l’Impero Galattico, che da secoli esercita il suo potere su tutti i pianeti conosciuti, scompare, e si annunciano trentamila anni di ignoranza e violenza. Hari Seldon, creatore della rivoluzionaria scienza della “psicostoria”, sa quale triste futuro aspetta l’umanità. Per preservare la civiltà, decide di riunire i migliori scienziati e studiosi su Terminus, un piccolo pianeta ai margini della Galassia. È la Fondazione, rimasta l’unico faro del sapere, ma sotto la perenne minaccia dei mutanti che intendono distruggerla.

Ott 1, 2009 - Libri    No Comments

ho letto: Lettera ai cercatori di Dio

lettera-ai-cercatori-di-dio.jpg

Mi hanno regalato questa Lettera e me la sono letta un po’ alla volta in autobus…un po’ di “ripasso” non guasta mai.

“Proporre una strada per incontrare Gesù, il Cristo, il Figlio del Dio vivente venuto fra noi, colui che sovverte i nostri schemi e le nostre attese, ma è anche il solo che riteniamo possa darci l’acqua che disseta per la vita eterna”. Questo l’obiettivo della “Lettera ai cercatori di Dio” che è stata preparata per iniziativa della Commissione episcopale per la dottrina della fede, l’annuncio e la catechesi della Cei. Un sussidio offerto a “chiunque voglia farne oggetto di lettura personale, oltre che come punto di partenza per dialoghi destinati al primo annuncio della fede in Gesù Cristo, all’interno di un itinerario che possa introdurre all’esperienza della vita cristiana nella Chiesa”.

Set 28, 2009 - Libri    No Comments

Ho letto: Mistero Medjugorie

MisteroMedjugorje_1.jpg

Non ci sono parole per commenatre la lettura di questo libro. Durante i primi capitoli non so perchè mi sono messo a piangere, alla seconda parte sono rimasto stupito (è dir poco), alla fine sono rimasto (e lo sono) turbato profondamente.

«Ho fatto circa 2.000 chilometri fra terra e mare sulle tracce di una donna. È una donna di «una bellezza indescrivibile», assicura chi l’ha incontrata.» Così Antonio Socci racconta il suo primo viaggio a Medjugorje, sui luoghi dove, il 24 giugno 1981, alcuni adolescenti videro su una collinetta, nei pressi del villaggio bosniaco, una giovane ragazza, splendida, dolce, che si sarebbe presentata come la «Beata Vergine Maria» e che tuttora appare loro quotidianamente. A oltre vent’anni di distanza, oggi che Medjugorje è diventata meta di milioni e milioni di pellegrini, Socci ricostruisce la storia e il mistero di questi fatti: visita i luoghi, incontra i protagonisti, ascolta sacerdoti, teologi, scienziati.

Set 23, 2009 - Libri    No Comments

Ho letto: Don Bosco in trincea

trincea.jpgIl libro sviluppa il tratto della spiritualità mariana così come emerge nella corrispondenza dei salesiani militari con don Paolo Albera, secondo successore di don Bosco, e altri superiori nel corso della prima guerra mondiale. L’intento ispiratore è di ricostruire il mondo dei valori umani e spirituali che sorresse i soldati salesiani nel dramma collettivo dell’evento bellico.

E’ stata una lettura curiosa direi!

Set 14, 2009 - Libri    No Comments

Ho letto: queste oscure materie

oscurematerie.jpg

La storia merita, a me è piaciuta molto. Per quanto il film tratto dal primo libro non fosse poi granchè, la trama mi aveva incuriosito e volevo sapere come andava avanti la storia. Non avrei mai pensato che … questo lo lascio scoprire anche a voi!! Vi avviso però che questa raccolta ha più di 1.000 pagine! Perciò armatevi di entusiasmo, di angolini silenziosi, di comodi cuscini e…via!!

Salani porta in libreria in un unico volume la trilogia completa del maestro Philip Pullman “Queste Oscure materie” composta da “La bussola d’oro”, “La lama sottile” e “Il cannocchiale d’ambra”.

Lyra, ragazzina impetuosa, appassionata, onestissima e ingenua bugiarda, vive al Jordan College di Oxford. Oxford non è lontana da Londra, e Londra è in Inghilterra. Ma il mondo di Lyra è ben diverso dal nostro. Oltre l’Oceano c’è l’America, ma lo stato più importante di quel continente si chiama Nuova Francia; giganteschi orsi corazzati regnano sull’Artico; lo studio della natura viene chiamato “teologia sperimentale”. E soprattutto ogni essere umano ha il suo daimon: un compagno, una parte di sé di sesso opposto al proprio, grazie al quale nessuno deve temere la solitudine.

Set 2, 2009 - Libri    No Comments

Ho letto: Breve Trattato sulla Decrescita Serena

decrescita-serena.jpgNon avete mai sentito parlare di descrescita? E’ la via che più mi convince; essa sostiene che non si può avere uno sviluppo sostenibile poichè appunto, continuando a svilupparsi non possiamo uscirne; le risorse sono finite e il nostro svillupparci all’infinito non è sostenibile. Bisogna interrompere lo sviluppo e modificare profondamente ciò che c’è: rilocalizzare, riciclare, ridurre, … ma non immaginatevi un ritorno all’agricoltura!! Molto interessante.

La decrescita – sostiene l’autore Serge Latouche – non è la crescita negativa. Sarebbe meglio parlare di “acrescita”, così come si parla di ateismo.

D’altra parte, si tratta proprio dell’abbandono di una fede o di una religione (quella dell’economia, del progresso e dello sviluppo). Se è ormai riconosciuto che il perseguimento indefinito della crescita è incompatibile con un pianeta finito, le conseguenze (produrre meno e consumare meno) sono invece ben lungi dall’essere accettate. Ma se non vi sarà un’inversione di rotta, ci attende una catastrofe ecologica e umana.

Siamo ancora in tempo per immaginare, serenamente, un sistema basato su un’altra logica: quella di una “società di decrescita”.


Set 2, 2009 - Libri    No Comments

Ho letto: Cento WATT per il prossimo miliardo di anni

100watt.jpg

Non è proprio un libro divulgativo, è un po’ più complesso, ma ha delle sottolineature interessanti. Ad esempio mi è piaciuto il capitolo che analizza come anche lo sfruttamento massiccio di fonti di energia rinnovabile potrebbe “scombinare”  il pianeta (modificare l’albedo, i venti, etc.) e la parte in cui fa un calcolo di potenza in Watt delle persone e del pianeta.

Non c’e solo l’assalto per il controllo del petrolio da parte di chi e più forte, la ricerca di succedanei energetici a sostegno dello sviluppo, la denuncia per la salute della biosfera violata; a queste osservazioni e a queste domande deve corrispondere o contrapporsi un pensiero globale. Si deve partire da lontano, toccare il fondo oscuro e tornare a vedere le cose dall’alto. Questo saggio non propone dei palliativi immediati ma un modo di pensare.

Ago 27, 2009 - Libri    No Comments

Ho letto: La responsabilitaà sociale dell’impresa

capecchi.jpg

L’ho letto in una notte, tutto d’un fiato, poichè strano a dirsi, mi ha appassionato…e non è lungo (100 pagine). Quanti organi, enti, dichiarazioni quasi inutili (Libro Verde, Agenda21,…)…quanti milioni buttati…quanti anni per fare progressi insignificanti…che mondo ragazzi!

Eppure chi ha voglia di cambiare e si fa sentire (Global Social Forum) riesce addirittura ad ispirare l’ONU e il Parlamento Europeo. Perciò, cerchiamo tutti di migliorare il mondo e raccontiamolo ad alta voce!!

L’impresa deve ritenersi responsabile esclusivamente verso i propri azionisti e avere come unico obiettivo il profitto oppure la sua responsabilità può avere un respiro e confini più ampi, verso le persone che vi lavorano, l’ambiente, il territorio? Il libro esamina la responsabilità dell’impresa nel pensiero neoliberista e negli scenari alternativi di un’economia solidale che promuova e tuteli i diritti umani e dell’ambiente. Tutti i principali progetti internazionali e nazionali che parlano oggi di “responsabilità sociale dell’impresa” vengono analizzati e valutati per capire le profonde differenze che si celano sotto la stessa etichetta.

Ago 24, 2009 - Libri    No Comments

Ho letto: Don Bosco – un cuore che vede

dbcuore.jpgUn bellissimo libro sull’amore, confontando la vita di don Bosco e l’enciclica Deus Caritas Est di Benedetto XVII.

Ci ha accompagnato nella settimana ad Auronzo con i Salesiani Cooperatori.

Da leggere e rileggere tutto l’anno.