Ott 11, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: Next

next.jpgPensavo di andare sul sicuro con Michael Crichton, dati i successi cinematografici che apprezzo molto. Eppure questa storia (che credevo centrasse col film Next con Nicholas Cage) non mi è piaciuta. L’idea è di fare riflessioni sull’ingegneria genetica, ma la storia è un puzzle di episodi complesso che non cattura, i personaggi sono appena abbozzati…insomma una delusione…e noto che anche altre recensioni sono d’accordo con me. A questo mi chiedo…leggere il libro sui pirati??

 

Quello che sta già prendendo forma è uno scenario che sorprende, affascina e inquieta. Per farcelo vivere, Michael Crichton fonde in maniera originale le sue invenzioni narrative alle nuove frontiere della biotecnologia. Ci fa entrare in un mondo dove nulla è più come sembra. Next dimostra che il nuovo mondo genetico può sorprendere in ogni momento, cambiando le vite degli individui. L’incontro e lo scontro tra le nuove frontiere della scienza e la nostra esperienza quotidiana sfidano il nostro senso della realtà, con invenzioni ora comiche ora bizzarre, ma più spesso terrificanti.

Ott 8, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: Perchè è Santo

GPII.jpg

Giovanni Paolo II mi ha accompagnato nelle esperienze che hanno cementato la mia fede, un uomo toccato davvero dalla grazia a cui tutto il mondo deve molto…ma lui direbbe che ha fatto tutto la Madonna…

 

Nel 2005 Benedetto XVI ha aperto il processo di canonizzazione di Giovanni Paolo II affidando il ruolo di postulatore a monsignor Slawomir Oder, che in questo libro eccezionale racconta gli esiti inediti del suo immane lavoro di raccolta di documenti e testimonianze, che fanno luce su aspetti della vita di Wojtyla prima ignoti e che apportano al suo ritratto nuovi essenziali elementi.

Set 27, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: L’apostolo di Roma/San Filippo Neri

filippo2.jpg“L’apostolo di Roma : San Filippo Neri” di Oreste Cerri è l’unico altro libro che ho trovato sul Santo di Roma/Firenze. Una vita davvero appassionante al di sopra delle righe. Un santo veramente incredibile, ho capito perchè don Bosco si è ispirato a lui parecchio. Dopo la fiction con Gigi Proietti sarei curioso di vedere “State buoni…se potete” (1984) con Branduardi che per l’occasione scrisse la colonna sonora e la famosa “vanità di vanità”. Bello bello bello.

 

State buoni…se potete.

Cardinale? Preferisco il Paradiso.

Set 22, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: La musica di Dio / San Filippo Neri

filippo1.jpgDon Bosco ne parlava spesso, quindi mi sono lasciato incuriosire dalla fiction con Gigi Proietti. Dopodichè sono andato in biblioteca e ho trovato due libri. Quello più piccolino (questo) l’ho divorato ieri; non è una biografia, ma una specie di saggio sul santo. Tanto basta però per imparare che nella fiction la storia è molto di fantasia, i fatti sono ben diversi. A parte questo, a onor del vero bisogna dire che le caratteristiche del personaggio sono riproposte benissimo (è proprio lui!). Mi manca la seconda parte della fiction e la biografia…e poi ci risentiamo.

Set 21, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: Elianto

BENNI_elianto0.gif

Dicono che Benni è geniale ma noioso. Io prima di Elianto avevo letto solo “il bar sotto il mare”, quindi sono salvo. Sono poche le volte che uno scrittore riesce a farmi sorridere con spontaneità. Benni ci riesce con la sua stravaganza e ironia. Se volete leggere un po’ di assurdo, una parodia della letteratura, ma con un uso geniale della lingua italiana, allora prendetevi qualche ora di svago da TG e serietà e leggete Elianto.

 

Elianto è un ragazzo ammalato, ma tre amici si mettono in testa di salvarlo e inizieranno un viaggio con la mappa nootica attraverso mondi fantastici. Elianto è il romanzo in cui Benni da più libero sfogo alla sua sconfinata fantasia. Lo stile è quello classico benniano, con una comicità apparentemente disordinata ma in realtà creata attraverso schemi fissi: dalle parole inventate alle teorie deliranti, dagli elenchi alle descrizioni caricaturali, dalle parodie alle citazioni colte.

Set 13, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: Il signore delle mosche

signore_delle_mosche.jpg

Per quanto non condivida l’idea generale di Golding (pur premio Nobel) e cioè che l’essere umano è “cattivo” di natura, resta comunque uno dei libri più venduti nel mondo della sua era. Una lettura non molto facile, di sicuro interessante e certamente ha fornito parecchi spunti a Lost. Se volete leggerlo per cultura letteraria sono d’accordo, ma altrimenti….

 

La trama del libro, scritto nel 1952, racchiude ingredienti d’avventura e di mistero: un aereo precipita e i superstiti, bambini inglesi che non si conoscono tra loro, dapprima collaborano e si organizzano in una convivenza basata sul buonsenso e regole comuni, ma con il trascorrere del tempo finiscono per mal tollerarsi a vicenda ed entrano in guerra. Guerra che, si intuisce, sconvolge in contemporanea il mondo degli adulti, impegnati in un conflitto interplanetario. Gli errori dei padri, quindi, si ripercuotono sui figli, in un destino di violenza inarrestabile.

Set 9, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: Un cadavere di troppo

cadavere.jpgEd ecco come annunciato il secondo episodio delle indaginidi fratello Cadfael di Ellis Peters, giallo godibilissimo ma dopo questa seconda lettura considererei questa serie una collana per ragazzi. Forse che si evolva nel tempo come magari Harry Potter? Chissà…per ora facciamo una pausa.

In un caldo pomeriggio dell’estate del 1138, nella serena atmosfera di un monastero inglese, un monaco sta accudendo alle sue piante medicinali. È fratello Cadfael, un tempo marinaio, poi crociato, ora padre erborista dell’abbazia benedettina di Shrewsbury. Mite, paziente, devoto; un sant’uomo, con una… particolarità: è il più grande detective che le cronache medievali ricordino. Questa volta il delitto si è spinto sino alle porte della sua abbazia: qualcuno sta cercando di nascondere un efferato omicidio in mezzo agli orrori della guerra civile tra il re Stefano e la regina Maud, qualcuno che non ha fatto i conti con fratello Cadfael.

Set 1, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: La bara d’argento

Baraargento2009g.jpg

E’ da un po’ che mi imbatto nelle serie di gialli medioevali di Ellis Peters (e non solo) e mi ritorna sempre in mente “Il nome della Rosa”. Mi son convinto a prendere i primi due volumi del frate detective Cadfael; questo è il primo. L’ho trovato molto piacevole, va affrontato con lo stato d’animo con cui ci si appresta a guardare una puntata della signora Fletcher.

 

Il possesso delle reliquie di santa Winifred ha scatenato una controversia tra i monaci di Shrewsbury e gli abitanti di un pacifico borgo del Galles. Dopo le trattative, e le minacce, a complicare le cose viene scoperto il cadavere di Rhisiart, il principale oppositore dei monaci, trafitto da una freccia. Sulla piccola ma combattiva comunità sembra abbattersi la maledizione della santa. Ma fratello Cadfael non si accontenta delle apparenze, e, tra sospetti, reticenze e falsi indizi, riesce ancora una volta a far luce su un caso complicato e imbarazzante.

Set 1, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: Che fine ha fatto Mr. Y?

misterY.jpg

Pensavo fosse un libro per ragazzi, un nuovo Harry Potter o simili, ma devo aver sbagliato a leggere la pubblicità…veramente un libro poco adatto ai ragazzi!!! Fantascienza mescolata a pesanti dialoghi sulla filosofia della materia…un po’ una pizza, ma la storia è sicuramente originale e si fa leggere fino alla fine. Non so bene come giudicarlo…devo pensarci su.

 

Strani eventi accadono intorno ad Ariel Manto, studentessa della British University. Prima scompare il suo professore, poi l’università crolla davanti ai suoi occhi, infine in un negozio di libri usati si imbatte in una copia di un libro rarissimo e maledetto, “Che fine ha fatto Mr Y.”. Scritto da Thomas Lumas, uno scienziato del XIX secolo che compiva esperimenti sui poteri della mente umana, il libro è in grado di trasportare chi lo legge nella “Troposfera”, dove è possibile viaggiare nel tempo e nello spazio entrando nelle menti di altri uomini. E una porta dimensionale che schiude un mondo di conoscenze, ma anche molti pericoli da cui Ariel dovrà fuggire… o è soltanto un’affascinante allucinazione?