Mar 1, 2011 - Libri    No Comments

Ho letto: Maria Domenica Mazzarello. Una vita semplice e piena di amore

maria.jpg

Non avevo mai letto la sua vita e non la conoscevo ancora, sicuramente completa l’Opera di don Bosco e la sua è una vita di coraggio e di amore. Una santità semplice e umile capace di grandi cose…molto bello il suo stile, davvero salesiano. Grazie a tutte le FMA che operano nel mondo per la salvezza dei giovani.

 

Maria Domenica Mazzarello, fondatrice con Don Bosco della congregazione delle Figlie di Maria Ausiliatrice, nel breve corso della sua esistenza (1837-1881) ha sperimentato l’avventura di vivere lo straordinario nella trama dell’ordinario. Fu una donna dalla forte spiritualità, nota non soltanto nell’ambito della Famiglia Salesiana. Il volume racconta questa breve vita tutta dedicata all’educazione delle giovani.

Feb 25, 2011 - Libri    No Comments

Ho letto: Gli errori di Darwin

darw.jpg

Il mistero dell’evoluzione s’infittisce…questo libro è un po’ troppo tecnico…se non avessi letto “Infinite forme bellissime” l’anno scorso (lo aggiungo al Blog adesso) sarei stato in difficoltà…affascinante. forse la seconda parte troppo filosofeggiante, ma prima, che è un aggiornamento delle scoperte odierne in merito all’evoluzione è molto interessante.

 

In questo libro Massimo Piattelli Palmarini, biofisico e scienziato cognitivo, e Jerry Fodor, filosofo del linguaggio e cognitivista, sostengono che il principio darwiniano di selezione naturale e di progressivo adattamento all’ambiente non è verificabile. Anzi, con grande probabilità, è sbagliato. Lo dimostrano i dati più recenti della ricerca genetica, embriologica e biomolecolare. E lo dimostra l’esame stringente della logica interna della teoria darwiniana. Sulla scia di Stephen J. Gould e Richard Lewontin, i primi evoluzionisti a mettere in seria discussione il principio di selezione naturale, Piattelli e Fodor processano Darwin e i suoi seguaci più ortodossi. Oggi, sostengono, possiamo affermare con certezza che i viventi evolvono. Quali siano però i meccanismi che innescano il cambiamento è questione controversa e non ancora del tutto chiara. Atei, materialisti, non sospetti di derive creazioniste, i due autori credono che non esistano nella scienza discussioni “inopportune”. Al contrario, proprio nel nome della scienza occorre discutere con chiarezza e onestà i presupposti, i riscontri e le aporie di tutte le teorie scientifiche. Darwin e il darwinismo sono stati a lungo ritenuti fondamentali per comprendere la natura del vivente, ma non sono un feticcio che non possa essere messo sotto osservazione critica.

 


Gli esseri viventi esibiscono una straordinaria diversità di forme, dalle strisce della zebra ai disegni simmetrici sulle ali di una farfalla alle

spirali della chiocciola. Come può una tale variegata modulazione di forme sbocciare da un grumo di cellule embrionali? Carroll, con Infinite forme bellissime, introduce una nuova disciplina che ha fatto il suo ingresso nel panorama scientifico contemporaneo: l’Evo-Devo, abbreviazione di Evolutionary Developmental Biology (“biologia evolutiva dello sviluppo”), rappresenta oggi una nuova frontiera della ricerca, in grado di interrogarsi sui rapporti tra sviluppo embrionale ed evoluzione delle specie.

 

 

Feb 9, 2011 - Libri    No Comments

Ho letto: Peter Pan nei giardini di Kensington

peter.jpg Pubblicato nel 1906, pare dopo il successo di Peter & Wendy che narra le vicende da cui la storia Disney; questo libro di Barrie, l’inventore di Peter Pan, presenta una fiaba molto particolare di come Peter sia nato e di come visse la sua fanciullezza nei giardini di Kensington a Londra tra fate e gnomi e uccelli parlanti. Molto curioso e forse ancora troppo conosciuto questo “Peter Pan” che per gli inglesi invece è un “must” della letteratura. Difatti nei giardini di Kensington si può ammirare una statua di Peter…

 

Chiedete a vostra madre se conosceva Peter Pan quand’era piccola, vi risponderà: “Certamente piccolo mio”. Chiedetele se a quei tempi andava a cavallo di una capra, vi dirà: “Ma sono queste domande da farsi? Certo che ci andava”.

Gen 31, 2011 - Libri    No Comments

Ho letto: Il libro delle anime

biblio.jpganime.jpg Ho letto questo libro perchè ormai avevo letto “La biblioteca dei morti” ed era curioso…non ha sicuramente lo stesso spessore anche se l’ho trovato comunque piacevole (probabilmente perchè mi ero affezionato ormai ai personaggi). Se avete letto solo il primo potete tranquillamente fermarvi…

 

È un libro, un semplice libro antico. Ma custodisce un segreto. Un segreto che è stato scritto col sangue nel 1297, da innumerevoli scrivani coi capelli rossi e con gli occhi verdi, forse toccati dalla grazia divina, forse messaggeri del diavolo. Che è riapparso nel 1334, in una lettera vergata da un abate ormai troppo anziano per sopportare il peso di quel mistero.

Gen 20, 2011 - Libri    1 Comment

Ho letto: Canne al vento

canne.jpg Chissà cosa mi saltava per la testa quando mi sono messo a leggere questo libro…sarà perchè la Deledda è stata il secondo Nobel italiano per la letteratura? cmq una pizza…eppure davvero magico e intenso nella sua descrizione della quotidianità…leggetelo solo se avete apperzzato i Malavoglia!!!

 

Canne al vento è la storia delle sorelle Pintor, Esther, Ruth e Noemi che vivono sole con il loro devoto servo Efix. Di nobiltà antica e ormai decaduta, le tre sorelle godono del suo servizio da vent’anni. Un giorno arriva Giacinto, il figlio di Lia, il bel giovane gira spavaldo per il paese, esibendo una sicurezza che gli deriva dall’ingenuità….

Gen 11, 2011 - Libri    No Comments

Ho letto: Vorrei star fermo mentre il mondo va

images.jpgRingrazio Sabrina per avermi indicato uno scrittore nostrano (Simone Marcuzzi) pordenonese. Non si può dire che non sia bravo ma in realtà questo libro mi è parso un minestrone di Paolo Giordano (la solitudine dei numeri primi) e Ammaniti (come dio comanda) con qualche altra citazione (tipo benni) senza scopo e quindi non l’ho trovato molto originale. Cmq tifiamo i ragazzi di casa nostra!!

 

Rodolfo non crede a chi dice che l’adolescenza è spensieratezza e leggerezza. Diciotto anni possono essere tantissimi, abbastanza anche per provare nostalgia. E mentre tutto attorno corre all’impazzata, amicizie, amori, gelosie, paure, lui si piega su se stesso e si rifugia in quel tempo felice in cui il suo mondo era ancora magicamente intatto. Quando le persone che amava si amavano, “il suo papà forte come Maciste, che apre i vasetti di olive al primo colpo, e la sua mamma più bella di Miss Italia, che porta ancora i cerchietti con il fiocco di quando aveva sedici anni. Si vogliono bene, è bello”.

Gen 10, 2011 - Libri    No Comments

Ho letto: Storie della terra di prydain

index.jpgQuesto malloppone (800 pag.) classico del fantasy l’avevo letto durante le scuole medie. L’ho scorto nella mia libreria e mi sono accorto di non ricordarmi assolutamente nulla…così l’ho riletto! Piacevole fantasy, per ragazzi direi, ma anche per grandi, un po’ come Narnia…

 

Hen Wen ha tutte le caratteristiche di una normale scrofa, e il giovane Taran, se è per questo, non si distingue in nulla da un qualsiasi altro guardiano di porci. Tuttavia quando Hen Wen scompare, rapita da emissari del Signore di Annuwin, l’oscuro padrone delle Tenebre, è evidente che qualcosa di straordinario sta per succedere. Taran vede così appagata la sua aspirazione di diventare un eroe, ed è costretto ad iniziare un viaggio attraverso la Terra di Prydain, che sazierà tutta la sua sete di avventure. Accompagnato da una schiera sempre più fitta ed eterogenea di straordinari compagni, dal nano Doli, che ha la capacità di rendersi invisibile, al bardo Fflam, alla principessa Eilonwy, fino a quell’indescrivibile e indimenticabile creatura che è Gurgi, Taran affronterà le più incredibili difficoltà e le più oscure negromanzie, nel tentativo di ritrovare Hen Wen.

Nov 11, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: La danza delle falene

falene.jpg

Stavolta mi tocca dare un semplice 6 a questo thriller di Brian Freeman…


Orme nella neve. Il rumore di un’auto che si allontana in velocità . Dentro la casa, un silenzio opprimente. Solo un gocciolio, lento e incessante, al di là  di una porta. Quando Maggie gira la maniglia, il suono prende colore: suo marito è accasciato sul divano, in un lago di sangue. Di cadaveri come quello, la donna ne ha visti a centinaia nella sua carriera. I suoi occhi studiano la stanza: l’istinto del detective in cerca di indizi. Ma quello che trova è un mistero ancora più inquietante, perchè sul pavimento, circondata di fumo, c’è la sua pistola, che poche ore prima aveva riposto sul comodino.

Ott 25, 2010 - Libri    1 Comment

Ho letto: Il suggeritore

suggeritore.jpgBello bello bello. Finalmente un thriller veramente thrillissimo! Era dai tempi di Hannibal che non leggevo un thriller così! Se vi piace il genere…leggetelo!! E aspettiamo che Carrisi scriva il suo secondo romanzo molto presto!!


Una caccia all’uomo, un serial killer spietato che ha rapito e ucciso cinque bambine, amputandole un braccio. Ma le braccia ritrovate in un campo sono sei…chi manca all’appello?


 

 

Ott 18, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: Macbeth

machbet.jpg Uno dei miei autori preferiti, non posso negarlo…peccato che non possiedo la padronanza dell’inglese tale da poterlo apprezzare in lingua originale. C’è qualcosa in lui che lo eleva al di sopra del “mucchio”. Ogni suo verso si gusta e dona piacere letterario. Macbeth è un forte dramma che va visto senza dubbio in scena ed è molto difficile. Restano al primo posto nelle mie preferenze “Romeo e Giulietta” e poi “Il mercante di Venezia” e “Amleto”. Siete d’accordo?