Mar 29, 2016 - Libri    No Comments

Ho letto: Aristotele e il giavellotto fatale

Aristotele-e-il-giavellotto-fatale

Ho trovato delle buone recensioni ed in effetti è stata una lettura divertente. Un romanzo breve per un’ora di piacevole lettura, immersi in un’atmosfera atipica per un “giallo”.

Aristotele e Stefanos sono in visita al liceo dell’amico Arcandro, a trovare Meno, il fratello di un allievo del filosofo. Arrivati sul posto fanno la conoscenza di due padri dei ragazzi al Ginnasio: uno è Lisimaco, ex-scalpellino, padre di Sogene, di cui è orgogliosissimo; l’altro è Turibolo, membro di una nobile famiglia ateniese, padre di Milziade.

Mar 29, 2016 - Libri    No Comments

Ho letto: Una storia semplice

 

unastoriasem

Ho scelto alcuni romanzi brevi, scegliendo da classifiche varie su Internet. Questo è il primo. E’ stata un’ora passata piacevolmente. Nulla di più, ecco. Ma il fatto che sia ispirato ad un fatto vero lo ha reso interessante.

Il telefonista di una stazione di polizia, la sera del 18 marzo alle 21:37, riceve una telefonata di un uomo che chiede di poter parlare col questore. Egli annota:
« L’ora e il nome della persona che telefonava, un certo Giorgio Roccella. Aveva una voce educata, calma, suadente. “Come tutti i folli” pensò il telefonista. »

Mar 15, 2016 - Libri    No Comments

Ho letto: Non è un paese per vecchi

paesepervecchi

Mi è piaciuto molto, non per la storia in sè anche se ha un certo fascino, ma per il modo in cui è raccontata. Io poi sono un fan di chi non usa la punteggiatura in maniera classica. Frasi brevi, stile asciutto, come piace a me. Si legge tutto di seguito, consigliato a chi ama il genere.

Nel 1980, nel Texas meridionale, al confine con il Messico, il giovane Llewelyn Moss, un reduce dal Vietnam, si imbatte, mentre sta cacciando antilopi nella prateria, in un convoglio di jeep colme di cadaveri, di droga e di soldi.

Mar 14, 2016 - Libri    No Comments

Ho letto: Le avventure di Huckleberry Finn

theadventuresofhuckleberryfinnUn altro classico pertanto non è mai un errore leggerlo. Simpatico, divertente, ha il suo fascino e di sicuro racconta l’America dei suoi anni. Ottimo a scuola.

 

Huck Finn, in quanto ribelle adolescente refrattario a qualsiasi forma di autorità e di imposizione, sta all’origine di Holden Caulfield e di tutti i ribelli adolescenti della letteratura nordamericana. E il fiume Mississippi, che Twain conobbe a fondo in gioventù per averci lavorato come pilota su un battello, è al tempo stesso uno dei protagonisti principali del libro e una metafora.

Mar 7, 2016 - Libri    No Comments

Ho letto: naif.super

naif_01

Bello! Molto divertente, mi ha strappato un sorriso vero e si è fatto leggere tutto d’un fiato. Grazie ad Alberto che me l’ha prestato. Ho deciso di fare questo esperimento, farmi prestare dei libri (da chi ho stima come lettore) e devo dire che mi sta entusiasmando. Credo che decisamente leggerò altro di questo scrittore, dallo stile originale, come piace a me. 

 

Immaginate di avere 25 anni e di abitare in Norvegia. Un anno alla fine dell’università, e due amici solamente – uno buono (con cui parlare come con voi stessi) e uno cattivo, che continua ad assillarvi con i suoi racconti fantaerotici – e anche un fratello, ricco che è leggermente meno simpatico di voi. E immaginate di svegliarvi, un giorno, e di scoprire che nella vostra vita “normale” niente vi entusiasma.

Mar 7, 2016 - Libri    No Comments

Ho letto: La sposa giovane

lasposagiovane

Baricco Baricco, anche stavolta mi ha colpito con un originale metodo narrativo e una ricchezza nascosta tra le righe del romanzo. Un romanzo in cui parla di sè, o con sè, raccontando le cose in un modo che il lettore non può capire. Personaggi incredibili e pagine belle da leggere, nonostante la sensazione è di sentirlo borbottare tra sè. Baricco continua a non deludere chi lo ama.

 

Siamo all’inizio del secolo scorso. La promessa Sposa è giovane, arriva da lontano, e la Famiglia la accoglie, quasi distrattamente, nella elegante residenza fuori città. Il Figlio non c’è, è lontano, a curare gli affari della prospera azienda tessile. Manda doni ingombranti. E la Sposa lo attende dentro le intatte e rituali abitudini della casa, soprattutto le ricche colazioni senza fine. C’è in queste ore diurne un’eccitazione, una gioia, un brio direttamente proporzionale all’ansia, allo spasimo delle ore notturne, che, così vuole la leggenda, sono quelle in cui, nel corso di più generazioni, uomini e donne della famiglia hanno continuato a morire.

 

Feb 16, 2016 - Libri    No Comments

Ho letto: Il futuro della mente

mente

Un libro che sicuramente ti apre degli orizzonti. Forse nei capitoli finali un po’ troppo a volo pindarico, ma rigorosamente scientifico e accurato come tutti i libri della collana, uno sguardo su noi stessi che ci apre a molte domande ma anche a molte speranze. Siamo esseri meravigliosi quanto misteriosi.

 

Negli ultimi vent’anni gli scienziati che studiano il cervello hanno sviluppato tecniche di indagine sempre più potenti e paragonabili per impatto al telescopio con cui Galileo abbatté un edificio millenario di saperi. Le neuroscienze di un passato lontano, ma non troppo, che progredivano unicamente con lo studio di persone colpite da danni cerebrali sono quasi un ricordo. E allora perché dobbiamo essere pazienti? La risposta è nel cervello, anzi è il cervello: l’oggetto più complesso del sistema solare, composto da 100 miliardi di neuroni per un chilogrammo e mezzo di peso, in grado di immagazzinare una quantità di informazione che non ha eguali nella nostra galassia.

Feb 12, 2016 - Libri    No Comments

Ho letto: The Martian

themartian

L’uscita del film mi ha fatto scoprire questo libro, vincitore del premio fantascienza 2014. L’ho comprato subito, prima di darmi alla versione cinematografica. Il personaggio mi ha conquistato, anche se forse qualcuno giudicherà alcune spiegazioni tecniche un po’ noiose nell’insieme è un libro credibile e godibilissimo. Per gli appassionati dell’avventura sicuramente consigliato!

 

Mark Watney è stato uno dei primi astronauti a mettere piede su Marte. Ma il suo momento di gloria è durato troppo poco. Un’improvvisa tempesta lo ha quasi ucciso e i suoi compagni di spedizione, credendolo morto, sono fuggiti e hanno fatto ritorno sulla Terra. Ora Mark si ritrova completamente solo su un pianeta inospitale e non ha nessuna possibilità di mandare un segnale alla base…

Feb 12, 2016 - Libri    No Comments

Ho letto: Acciaio

acciaio

Una storia potente che ricorda Ammaniti, ma tutto sommato non mi è piaciuto molto. Il ritratto di una parte dell’Italia operaia e un po’ ignorante è sicuramente credibile, questo probabilmente gli ha meritato il premio Campiello. ma per il resto credo che presto lo scorderò…

 

Di qua dal mare c’è via Stalingrado, una muraglia di case popolari modello Unione Sovietica, che l’amministrazione comunale comunista ha assegnato agli operai siderurgici che lavorano alla Lucchini. Di là dal mare invece c’è l’isola d’Elba, Ilva, un paradiso sognato e irraggiungibile popolato da ricche signore lombarde in vacanza. In mezzo, proprio in riva al mare, ci sono Anna e Francesca

.

Feb 12, 2016 - Libri    No Comments

Ho letto: Cime tempestose

cimetempes

E finalmente l’ho letto!  E’ un classico pertanto merita rispetto, anche se ammetto che non l’ho amato. E’ un libro che mentre lo leggi pensi “uff” ma poi non riesci a staccarti dalle pagine e lo divori. I personaggi sono belli, misteriosi e mai scontati. Che dire, da non leggere sotto l’ombrellone ma durante le serate di pioggia.

 

Al centro di “Cime tempestose” è la passione dell’orgoglioso e ribelle Heathcliff per Catherine, unita inestricabilmente a lui, da cui pure la dividono censo e cultura, da un sentimento che non le dà pace, neppure dopo…

Pagine:«12345678...29»