Feb 10, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: Schiavi contemporanei

schiavi.gif

Leggere questo libro non è stato facile..difficile dimenticare ciò che si legge. Le esperienze di questi giornalisti andrebbero valorizzate di più. Anche l’Italia non si salva da questo problema, come ho letto sul libro BILAL di Gatti.

Nel mondo del Terzo millennio non ci sono più le piantagioni di cotone con i sorveglianti a cavallo, i campi di concentramento nazisti, i gulag sovietici. Non vi è alcuna ideologia favorevole allo schiavismo, né alcuna nazione in cui sia lecito. Eppure mai come oggi ci sono stati nel mondo tanti schiavi: quasi trenta milioni di individui, soprattutto donne e bambini. Questo saggio, basato su una rigorosa inchiesta durata cinque anni, racconta le storie, gli uomini, le rotte della schiavitù contemporanea. Schiavi ed ex-schiavi, trafficanti e chi cerca di combatterli prendono la parola in queste pagine per raccontare la loro vicenda: dai minatori indiani alle bambine haitiane usate come domestiche e concubine; dal Sudan sconvolto dalle guerre etniche e religiose all’Est europeo, fonte inesauribile di schiave del sesso, passando per i civilissimi Stati Uniti. Il risultato è un libro di forte impatto, pieno di testimonianze sconvolgenti sul crimine più antico e odioso.

Vedi anche: http://mauroartico.myblog.it/archive/2008/10/24/ho-letto-bilal.html

Feb 4, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: Sacramentum Caritatis

sacramentum_caritatis.jpg Senza l’Eucaristia un cristiano non può vivere, scrive Benedetto XVI. In essa “il Signore si fa cibo per l’uomo affamato di verità e di libertà”. Con il dovere che ne deriva anche in campo politico: dare “pubblica testimonianza della propria fede”

Feb 4, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: LA RESPONSABILITA’ SOCIALE D’IMPRESA

24ore.jpeg BEDA ALESSANDRO – BODO RUGGERO
STRUMENTI E STRATEGIE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE DELL’ECONOMIA AGGIORNATO CON 24 NUOVI CASI DI

Che cos’è la responsabilità sociale e quale il ruolo a cui sono chiamate, oggi, le imprese? Cosa significa essere socialmente responsabili e quali i benefici per le imprese? Cosa deve sapere un manager che voglia essere aggiornato sulle più recenti esperienze in tema di responsabilità sociale? Quale è il rapporto corretto con gli stakeholder per migliorare il valore sociale dell’impresa? Come costruire un’iniziativa di marketing sociale di successo? Perché solo poche imprese italiane sono elencate nei fondi di investimento etici? Quale è la più aggiornata disciplina fiscale degli investimenti aziendali nel sociale? A queste e ad altre domande manager e gli operatori del sociale troveranno una risposta in questo volume che, dopo il successo della prima edizione, si propone come il punto di riferimento più aggiornato su un tema di grande attualità: la responsabilità sociale delle imprese come strumento di competitività dell’impresa. Gli autori entrano nel merito degli strumenti e delle strategie per avere successo in un mercato sempre più competitivo, proprio nel momento storico in cui l’attenzione delle imprese è tutta concentrata sulla sfida per l’innovazione e la crescita. Il volume una ricca ed esclusiva rassegna di esempi concreti, case histories e testimonianze di successo di gestione socialmente responsabile offrendo una visione a 360° di questa realtà.

Gen 4, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: La biblioteca di morti

Biblioteca_dei_morti2344_img.gif

Di questo romanzo ho apprezzato soprattutto il finale. E’ un romanzo “leggero”, di buona tensione e si è fatto leggere tutto d’un fiato. Mi raccomando non leggete le trame su Internet perchè vi raccontano tutto il libro!

Will Piper, Unità furti e crimini violenti, FBI di New York, deve fare i conti con un killer che si comporta in maniera anomala. Isola di Wight, largo della Britannia, 1947. Il professor Geoffrey Atwood, docente di archeologia a Cambridge, nel bel mezzo di uno scavo viene prelevato dai servizi segreti inglesi e portato in un luogo sicuro insieme alla sua équipe. Abbazia di Vectis, 777, l’abate si trova davanti ad un incredibile prodigio…o maleficio?

Dic 28, 2009 - Libri    No Comments

Ho letto: Lettere di don Lorenzo Milani priore di Barbiana

milani.jpgInnanzitutto grazie e Giorgio che me l’ha prestato. Non conoscevo granchè la storia di quest’uomo. Un uomo controcorrente, pieno di passione, intelligente, cocciuto. Dalla sua vita si impara molto anche sulla società civile (ed ecclesiale) degli anni del secondo dopoguerra. E’ di sicuro una lettura molto interessante. Un passo molto bello è la Lettera ai giudici (http://www.zoomedia.it/DonMilani/letteraaigiudici.html) che scrive per autodifesa dopo la denuncia arrivata per la Lettera ai cappellani militari (http://www.donlorenzomilani.it/don_milani/lettere_cappellani.php). Ma il mio preferito è quando parla ad una prostituta dell’imprudenza della fede.

 

Frainteso, criticato, a lungo ostacolato sia dalle autorità scolastiche che da quelle religiose, don Lorenzo Milani è stato una delle personalità più significative del dibattito culturale del secondo dopoguerra. Forte di una convinzione che nasceva da una matura e disincantata osservazione del contesto sociale nel quale gli operatori culturali dovevano agire, don Milani giunse a rivoluzionare completamente il ruolo dell’educatore, denunciando la natura classista dell’istituzione scolastica italiana, andando incontro concretamente alle esigenze dei ceti meno privilegiati. Queste lettere, finalmente di nuovo accessibili al pubblico italiano, ben rappresentano le speranze e la tenace volontà di questo coraggioso innovatore oltre che essere uno straordinario documento di accesso alla figura “privata” di don Lorenzo Milani. Scritte ad amici, collaboratori ed avversari e frutto di diversi mesi di lavoro svolto dagli allievi di Barbiana (“coordinati” allora da Michele Gesualdi), esse delineano un disegno educativo che ha lasciato una traccia profonda e indiscutibile nella didattica e nella pedagogia moderna. Tutto è interessante in questo volume, anche le eventuali omissioni e gli eventuali tagli in esso presenti che testimoniano il clima che si viveva a Barbiana nei mesi immediatamente successivi alla morte del Priore.

 

 

 

 

Nov 13, 2009 - Libri    No Comments

Ho letto: Trilogia della fondazione

asimov.jpgE’ la prima volta che mi cimento con Asimov, devo dire che è stato molto interessante e istruttivo;  bello lo stile narrativo e le soluzioni delle crisi Seldon…Mi è piaciuto devo dire, un vero e proprio classico. Ma non mi ha entusismato al punto da continuare subito la saga…

Sono qui riuniti i tre romanzi della Fondazione, la grandiosa saga premiata nel 1966 come miglior ciclo fantascientifico di ogni tempo. La vicenda,ambientata in un lontano futuro, ha inizio quando l’Impero Galattico, che da secoli esercita il suo potere su tutti i pianeti conosciuti, scompare, e si annunciano trentamila anni di ignoranza e violenza. Hari Seldon, creatore della rivoluzionaria scienza della “psicostoria”, sa quale triste futuro aspetta l’umanità. Per preservare la civiltà, decide di riunire i migliori scienziati e studiosi su Terminus, un piccolo pianeta ai margini della Galassia. È la Fondazione, rimasta l’unico faro del sapere, ma sotto la perenne minaccia dei mutanti che intendono distruggerla.

Ott 1, 2009 - Libri    No Comments

ho letto: Lettera ai cercatori di Dio

lettera-ai-cercatori-di-dio.jpg

Mi hanno regalato questa Lettera e me la sono letta un po’ alla volta in autobus…un po’ di “ripasso” non guasta mai.

“Proporre una strada per incontrare Gesù, il Cristo, il Figlio del Dio vivente venuto fra noi, colui che sovverte i nostri schemi e le nostre attese, ma è anche il solo che riteniamo possa darci l’acqua che disseta per la vita eterna”. Questo l’obiettivo della “Lettera ai cercatori di Dio” che è stata preparata per iniziativa della Commissione episcopale per la dottrina della fede, l’annuncio e la catechesi della Cei. Un sussidio offerto a “chiunque voglia farne oggetto di lettura personale, oltre che come punto di partenza per dialoghi destinati al primo annuncio della fede in Gesù Cristo, all’interno di un itinerario che possa introdurre all’esperienza della vita cristiana nella Chiesa”.

Set 28, 2009 - Libri    No Comments

Ho letto: Mistero Medjugorie

MisteroMedjugorje_1.jpg

Non ci sono parole per commenatre la lettura di questo libro. Durante i primi capitoli non so perchè mi sono messo a piangere, alla seconda parte sono rimasto stupito (è dir poco), alla fine sono rimasto (e lo sono) turbato profondamente.

«Ho fatto circa 2.000 chilometri fra terra e mare sulle tracce di una donna. È una donna di «una bellezza indescrivibile», assicura chi l’ha incontrata.» Così Antonio Socci racconta il suo primo viaggio a Medjugorje, sui luoghi dove, il 24 giugno 1981, alcuni adolescenti videro su una collinetta, nei pressi del villaggio bosniaco, una giovane ragazza, splendida, dolce, che si sarebbe presentata come la «Beata Vergine Maria» e che tuttora appare loro quotidianamente. A oltre vent’anni di distanza, oggi che Medjugorje è diventata meta di milioni e milioni di pellegrini, Socci ricostruisce la storia e il mistero di questi fatti: visita i luoghi, incontra i protagonisti, ascolta sacerdoti, teologi, scienziati.

Set 23, 2009 - Libri    No Comments

Ho letto: Don Bosco in trincea

trincea.jpgIl libro sviluppa il tratto della spiritualità mariana così come emerge nella corrispondenza dei salesiani militari con don Paolo Albera, secondo successore di don Bosco, e altri superiori nel corso della prima guerra mondiale. L’intento ispiratore è di ricostruire il mondo dei valori umani e spirituali che sorresse i soldati salesiani nel dramma collettivo dell’evento bellico.

E’ stata una lettura curiosa direi!