Gen 11, 2011 - Libri    No Comments

Ho letto: Vorrei star fermo mentre il mondo va

images.jpgRingrazio Sabrina per avermi indicato uno scrittore nostrano (Simone Marcuzzi) pordenonese. Non si può dire che non sia bravo ma in realtà questo libro mi è parso un minestrone di Paolo Giordano (la solitudine dei numeri primi) e Ammaniti (come dio comanda) con qualche altra citazione (tipo benni) senza scopo e quindi non l’ho trovato molto originale. Cmq tifiamo i ragazzi di casa nostra!!

 

Rodolfo non crede a chi dice che l’adolescenza è spensieratezza e leggerezza. Diciotto anni possono essere tantissimi, abbastanza anche per provare nostalgia. E mentre tutto attorno corre all’impazzata, amicizie, amori, gelosie, paure, lui si piega su se stesso e si rifugia in quel tempo felice in cui il suo mondo era ancora magicamente intatto. Quando le persone che amava si amavano, “il suo papà forte come Maciste, che apre i vasetti di olive al primo colpo, e la sua mamma più bella di Miss Italia, che porta ancora i cerchietti con il fiocco di quando aveva sedici anni. Si vogliono bene, è bello”.

Gen 10, 2011 - Libri    No Comments

Ho letto: Storie della terra di prydain

index.jpgQuesto malloppone (800 pag.) classico del fantasy l’avevo letto durante le scuole medie. L’ho scorto nella mia libreria e mi sono accorto di non ricordarmi assolutamente nulla…così l’ho riletto! Piacevole fantasy, per ragazzi direi, ma anche per grandi, un po’ come Narnia…

 

Hen Wen ha tutte le caratteristiche di una normale scrofa, e il giovane Taran, se è per questo, non si distingue in nulla da un qualsiasi altro guardiano di porci. Tuttavia quando Hen Wen scompare, rapita da emissari del Signore di Annuwin, l’oscuro padrone delle Tenebre, è evidente che qualcosa di straordinario sta per succedere. Taran vede così appagata la sua aspirazione di diventare un eroe, ed è costretto ad iniziare un viaggio attraverso la Terra di Prydain, che sazierà tutta la sua sete di avventure. Accompagnato da una schiera sempre più fitta ed eterogenea di straordinari compagni, dal nano Doli, che ha la capacità di rendersi invisibile, al bardo Fflam, alla principessa Eilonwy, fino a quell’indescrivibile e indimenticabile creatura che è Gurgi, Taran affronterà le più incredibili difficoltà e le più oscure negromanzie, nel tentativo di ritrovare Hen Wen.

Nov 11, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: La danza delle falene

falene.jpg

Stavolta mi tocca dare un semplice 6 a questo thriller di Brian Freeman…


Orme nella neve. Il rumore di un’auto che si allontana in velocità . Dentro la casa, un silenzio opprimente. Solo un gocciolio, lento e incessante, al di là  di una porta. Quando Maggie gira la maniglia, il suono prende colore: suo marito è accasciato sul divano, in un lago di sangue. Di cadaveri come quello, la donna ne ha visti a centinaia nella sua carriera. I suoi occhi studiano la stanza: l’istinto del detective in cerca di indizi. Ma quello che trova è un mistero ancora più inquietante, perchè sul pavimento, circondata di fumo, c’è la sua pistola, che poche ore prima aveva riposto sul comodino.

Ott 25, 2010 - Libri    1 Comment

Ho letto: Il suggeritore

suggeritore.jpgBello bello bello. Finalmente un thriller veramente thrillissimo! Era dai tempi di Hannibal che non leggevo un thriller così! Se vi piace il genere…leggetelo!! E aspettiamo che Carrisi scriva il suo secondo romanzo molto presto!!


Una caccia all’uomo, un serial killer spietato che ha rapito e ucciso cinque bambine, amputandole un braccio. Ma le braccia ritrovate in un campo sono sei…chi manca all’appello?


 

 

Ott 18, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: Macbeth

machbet.jpg Uno dei miei autori preferiti, non posso negarlo…peccato che non possiedo la padronanza dell’inglese tale da poterlo apprezzare in lingua originale. C’è qualcosa in lui che lo eleva al di sopra del “mucchio”. Ogni suo verso si gusta e dona piacere letterario. Macbeth è un forte dramma che va visto senza dubbio in scena ed è molto difficile. Restano al primo posto nelle mie preferenze “Romeo e Giulietta” e poi “Il mercante di Venezia” e “Amleto”. Siete d’accordo?

Ott 11, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: Next

next.jpgPensavo di andare sul sicuro con Michael Crichton, dati i successi cinematografici che apprezzo molto. Eppure questa storia (che credevo centrasse col film Next con Nicholas Cage) non mi è piaciuta. L’idea è di fare riflessioni sull’ingegneria genetica, ma la storia è un puzzle di episodi complesso che non cattura, i personaggi sono appena abbozzati…insomma una delusione…e noto che anche altre recensioni sono d’accordo con me. A questo mi chiedo…leggere il libro sui pirati??

 

Quello che sta già prendendo forma è uno scenario che sorprende, affascina e inquieta. Per farcelo vivere, Michael Crichton fonde in maniera originale le sue invenzioni narrative alle nuove frontiere della biotecnologia. Ci fa entrare in un mondo dove nulla è più come sembra. Next dimostra che il nuovo mondo genetico può sorprendere in ogni momento, cambiando le vite degli individui. L’incontro e lo scontro tra le nuove frontiere della scienza e la nostra esperienza quotidiana sfidano il nostro senso della realtà, con invenzioni ora comiche ora bizzarre, ma più spesso terrificanti.

Ott 8, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: Perchè è Santo

GPII.jpg

Giovanni Paolo II mi ha accompagnato nelle esperienze che hanno cementato la mia fede, un uomo toccato davvero dalla grazia a cui tutto il mondo deve molto…ma lui direbbe che ha fatto tutto la Madonna…

 

Nel 2005 Benedetto XVI ha aperto il processo di canonizzazione di Giovanni Paolo II affidando il ruolo di postulatore a monsignor Slawomir Oder, che in questo libro eccezionale racconta gli esiti inediti del suo immane lavoro di raccolta di documenti e testimonianze, che fanno luce su aspetti della vita di Wojtyla prima ignoti e che apportano al suo ritratto nuovi essenziali elementi.

Set 27, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: L’apostolo di Roma/San Filippo Neri

filippo2.jpg“L’apostolo di Roma : San Filippo Neri” di Oreste Cerri è l’unico altro libro che ho trovato sul Santo di Roma/Firenze. Una vita davvero appassionante al di sopra delle righe. Un santo veramente incredibile, ho capito perchè don Bosco si è ispirato a lui parecchio. Dopo la fiction con Gigi Proietti sarei curioso di vedere “State buoni…se potete” (1984) con Branduardi che per l’occasione scrisse la colonna sonora e la famosa “vanità di vanità”. Bello bello bello.

 

State buoni…se potete.

Cardinale? Preferisco il Paradiso.

Set 22, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: La musica di Dio / San Filippo Neri

filippo1.jpgDon Bosco ne parlava spesso, quindi mi sono lasciato incuriosire dalla fiction con Gigi Proietti. Dopodichè sono andato in biblioteca e ho trovato due libri. Quello più piccolino (questo) l’ho divorato ieri; non è una biografia, ma una specie di saggio sul santo. Tanto basta però per imparare che nella fiction la storia è molto di fantasia, i fatti sono ben diversi. A parte questo, a onor del vero bisogna dire che le caratteristiche del personaggio sono riproposte benissimo (è proprio lui!). Mi manca la seconda parte della fiction e la biografia…e poi ci risentiamo.

Set 21, 2010 - Libri    No Comments

Ho letto: Elianto

BENNI_elianto0.gif

Dicono che Benni è geniale ma noioso. Io prima di Elianto avevo letto solo “il bar sotto il mare”, quindi sono salvo. Sono poche le volte che uno scrittore riesce a farmi sorridere con spontaneità. Benni ci riesce con la sua stravaganza e ironia. Se volete leggere un po’ di assurdo, una parodia della letteratura, ma con un uso geniale della lingua italiana, allora prendetevi qualche ora di svago da TG e serietà e leggete Elianto.

 

Elianto è un ragazzo ammalato, ma tre amici si mettono in testa di salvarlo e inizieranno un viaggio con la mappa nootica attraverso mondi fantastici. Elianto è il romanzo in cui Benni da più libero sfogo alla sua sconfinata fantasia. Lo stile è quello classico benniano, con una comicità apparentemente disordinata ma in realtà creata attraverso schemi fissi: dalle parole inventate alle teorie deliranti, dagli elenchi alle descrizioni caricaturali, dalle parodie alle citazioni colte.