Ott 23, 2017 - Libri    No Comments

Ho letto: Il maestro delle ombre

Il-maestro-delle-ombre-Donato-Carrisi-203x300Caro Donato Carrisi, sono un tuo fan, ormai i miei giudizi non sono più obiettivi. Questo terzo capitolo della “saga di Marcus e Sandra” non vedevo l’ora di leggerlo. E come al solito l’ho divorato in poche ore. Rispetto agli altri libri che hanno un’ambientazione credibile, questo libro è un po’ più hollywoodiano, non me lo aspettavo. Ma ormai mi sono appassionato ai tuoi personaggi, mai scontati e molto complessi. Puoi scrivere quello che vuoi che ti seguirò sempre.

Dopo cinque secoli le ombre tornano a invadere Roma…
Una tempesta senza precedenti si abbatte sulla capitale con ferocia inaudita. Quando un fulmine colpisce una delle centrali elettriche, alle autorità non resta che imporre un blackout totale di ventiquattro ore, per riparare l’avaria. Marcus è sì un prete, ma appartiene a uno degli ordini più antichi e segreti della Chiesa: la Santa Penitenzieria Apostolica, conosciuta anche come il tribunale delle anime. Ma il penitenziere ha perso la sua arma più preziosa: la memoria.

Ott 23, 2017 - Libri    No Comments

Ho letto: Gli ultimi giorni dei nostri padri

_gli-ultimi-giorni-dei-nostri-padri-1446774303Concordo con quelli che dicono che questo romanzo è un po’ noioso, anche se alcuni personaggi (secondari per lo più) sono affascinanti. L’ambientazione è un po’ vaga… insomma non mi è piaciuto quanto “La verità sul caso Harry Quebert” e vi suggerirei di leggere quello se volete dare una chance a questo autore.

Londra, 1940. Per evitare la distruzione dell’esercito britannico a Dunkerque, Churchill ha un’idea che cambierà il corso della guerra: creare una squadra dei servizi segreti che lavori nella segretezza più assoluta, la SOE, Special Operations Executive. La SOE è incaricata di azioni di sabotaggio e intelligence tra linee nemiche: la novità è coinvolgere persone tra la popolazione locale più insospettabile. Qualche mese dopo, il giovane Paul-Emile lascia Parigi per Londra nella speranza di unirsi alla Resistenza.

Ott 16, 2017 - Senza categoria    No Comments

Ho letto: Una cosa divertente che non farò mai più

9788875213121_0_0_300_75Davvero molto divertente. Grazie ad Alberto che mi ha fatto conoscere questo autore. Non ho mai fatto una crociera di lusso…e voi?

Un capolavoro di comicità e virtuosismo stilistico con cui i lettori italiani hanno conosciuto il genio letterario di David Foster Wallace. Commissionatogli inizialmente come articolo per la prestigiosa rivista Harper’s, questo reportage narrativo da una crociera extralusso ai Caraibi – iniziato sulla stessa nave che lo ospitava e cresciuto a dismisura dopo innumerevoli revisioni – è ormai diventato un classico dell’umorismo postmoderno e al tempo stesso una satira spietata sull’opulenza e il divertimento di massa della società americana contemporanea.

Ott 16, 2017 - Libri    No Comments

Ho letto: Margherita dolcevita

margherita

Scrivere di attualità attraverso una storia originale e divertentissima è proprio la peculiarità di questo autore che io trovo fantastico. Viva la letteratura italiana! Libro piacevolissimo.

Margherita Dolcevita è una ragazzina allegra, intelligente e appena soprappeso, con un cuore che di tanto in tanto perde un colpo. Vive con la famiglia fra città e campagna. Un giorno, davanti alla sua casa, spunta, come un fungo, un cubo nero. E da quel giorno tutto cambia. Sono arrivati i corruttori. E anche l’amore.

Ott 10, 2017 - Libri    No Comments

Ho letto: Il cacciatore del buio

cacciatore

Finalmente mi sono deciso a terminare la trilogia dei penitenzieri di Carrisi, devo dire che in questo secondo capitolo ho trovato una bella suspence e una bella storia. A chi piacciano i gialli ben scritti che scorrono veloci non può mancare la lettura di questo autore. Inoltre il personaggio Marcus è molto interessante. 

«Se non sarà fermato, non si fermerà.» Non esistono indizi, ma segni. Non esistono crimini, solo anomalie. E ogni morte è l’inizio di un racconto. Questo è il romanzo di un uomo che non ha più niente – non ha identità, non ha memoria, non ha amore né odio – se non la propria rabbia… E un talento segreto. Perché Marcus è l’ultimo dei penitenzieri: è un prete che ha la capacità di scovare le anomalie e di intravedere i fili che intessono la trama di ogni omicidio. Ma questa trama rischia di essere impossibile da ricostruire, anche per lui.

Set 18, 2017 - Libri    No Comments

Ho letto: La banda dei brocchi

brocchi

Bravo l’autore, ma non è il genere che preferisco, pertanto non credo che andrò avanti.  Dato che si tratta di una trilogia mi astengo dal giudizio generale senza averla letta integralmente. La quarta di copertina qui sotto contiene tutto ciò che ho da dire.

 

Trotter, Harding, Anderton e Chase: sembra il nome di un prestigioso studio legale; in realtà si tratta di un quartetto di giovani amici, che frequenta un liceo elitario di Birmingham, quel tipo di scuola che preleva giovani intelligenti dal loro background ordinario e li fa atterrare in una classe sociale diversa da quella dei loro genitori. I ragazzi sono destinati a carriere importanti, mentre i genitori rimangono impantanati nel loro mondo di matrimoni sciovinisti, scontri sindacali, guerre di classe e di razza e ignoranza culturale. Siamo negli anni Settanta, anni in cui si susseguono sconvolgimenti sociali, lotte politiche, attentati dell’Ira.

Set 14, 2017 - Libri    No Comments

Ho letto: Molto forte, incredibilmente vicino

moltoforte

Capolavoro! Forse a tratti un po’ difficile da seguire, ma dopo poche pagine di lettura in digitale, sono andato a comprarlo di carta! Non potevo non averlo in libreria. Credo leggerò altro di questo autore, mi è piaciuto da matti. Non svelo troppo sulla trama per farvi fare la stessa mia esperienza. Vi avviso solo che il libro è per metà dal punto di vista di un bambino (per me è favoloso) e per l’altra metà di aduti, ma tutti personaggi mooolto particolari. Se vi piace leggere, consigliatissimo.

A New York un ragazzino riceve dal padre un messaggio rassicurante sul cellulare: “C’è qualche problema qui nelle Torri Gemelle, ma è tutto sotto controllo”. È l’11 settembre 2001.

 

Set 14, 2017 - Libri    No Comments

Ho letto: La ragazza nella nebbia

nebbia5Resta sempre il miglior scrittore di thriller italiano tra quelli che ho letto, pur essendo io di poca cultura, non posso non dirlo! Un romanzo a sè stante, quindi potete leggerlo anche se fosse il vostro primo di questo autore, ma non posso che suggerirvi sempre il suo capolavoro (secondo me) che è anche il suo primo romanzo: “Il suggeritore”. Fidatevi non resterete delusi dai suoi libri, anche questo l’ho letto tutto d’un fiato, impossibile fermarsi!

La notte in cui tutto cambia per sempre è una notte di ghiaccio e nebbia ad Avechot, un paese rintanato in una valle profonda fra le ombre delle Alpi. Forse è stata proprio colpa della nebbia se l’auto dell’agente speciale Vogel è finita in un fosso. Un banale incidente. Vogel è illeso, ma sotto shock. Non ricorda perché è lì e come ci è arrivato. Eppure una cosa è certa: l’agente speciale Vogel dovrebbe trovarsi da tutt’altra parte, lontano da Avechot. Infatti, sono ormai passati due mesi da quando una ragazzina del paese è scomparsa nella nebbia.

Ago 9, 2017 - Libri    No Comments

Ho letto: 266.

266

Ho comprato questo libro per un’altra persona, ma avere un libro tra le mani e non aprirlo è come rifiutare un pasticcino a merenda. Un libro molto critico nei confronti del Papa e di come affronta (o non affronta) alcuni temi con il “grande pubblico”. Alcuni dubbi sollevati sono molto ragionevoli, su altre cose, pur non essendo intelligente come l’autore mi permetto di avere una diversa opinione.

Al di là del successo di cui Bergoglio sembra godere, esiste un serio “caso Francesco” sul quale interrogarsi. Un dibattito già in corso con la partecipazione di eminenti cardinali, teologi e filosofi nel quale è stata evocata perfino la parola scisma.

Ago 9, 2017 - Libri    No Comments

Ho letto: Bandiere nere. La nascita dell’Isis

bandiere nere

Per mia ignoranza non conoscevo bene l’evoluzione dei problemi nel nostro vicino medio Oriente, una confusione totale sui gruppi in guerra, da chi sono formati e contro chi combattono. E cosa fanno gli “occidentali” a riguardo. Ma “non sapere” è il primo torto a chi sta soffrendo. Pertanto ho cercato un riassunto essenziale della storia degli ultimi anni e sembrava una missione impossibile finché mi sono imbattuto in questo libro. Ora mi sono reso conto di quanto sia complessa la situazione e perché seguendo i giornali senza conoscere gli antefatti crea molta confusione. Ma bisogna dare un premio (infatti gliel’hanno dato) all’autore perchè è riuscito a prendere il cuore degli avvenimenti e a raccontarli in modo coerente e chiaro (ci sono volute comunque 200 pagine). La parola giusta per ciò che è scritto nel libro è tuttavia “agghiacciante”.

Vincitore del Premio Pulitzer 2016 – categoria General Nonfiction

Quando, nel 1999, il Governo della Giordania concesse l’amnistia a un gruppo di prigionieri politici detenuti in un carcere di massima sicurezza in mezzo al deserto, non aveva la minima idea che tra di essi ci fosse anche Abu Musab al-Zarqawi, un terrorista capace di diventare in pochi anni l’architetto del movimento più pericoloso del Medio Oriente prima, e del mondo intero poi. “Bandiere nere” di Joby Warrick mostra come la determinazione di un solo uomo e gli errori strategici dei presidenti americani George Bush e Barack Obama abbiano permesso che le bandiere dell’ISIS si issassero sull’Iraq e la Siria, prima di spargere sangue in tutto il mondo.

Pagine:«1234567...29»