Browsing "Libri"
Feb 12, 2016 - Libri    No Comments

Ho letto: Acciaio

acciaio

Una storia potente che ricorda Ammaniti, ma tutto sommato non mi è piaciuto molto. Il ritratto di una parte dell’Italia operaia e un po’ ignorante è sicuramente credibile, questo probabilmente gli ha meritato il premio Campiello. ma per il resto credo che presto lo scorderò…

 

Di qua dal mare c’è via Stalingrado, una muraglia di case popolari modello Unione Sovietica, che l’amministrazione comunale comunista ha assegnato agli operai siderurgici che lavorano alla Lucchini. Di là dal mare invece c’è l’isola d’Elba, Ilva, un paradiso sognato e irraggiungibile popolato da ricche signore lombarde in vacanza. In mezzo, proprio in riva al mare, ci sono Anna e Francesca

.

Feb 12, 2016 - Libri    No Comments

Ho letto: Cime tempestose

cimetempes

E finalmente l’ho letto!  E’ un classico pertanto merita rispetto, anche se ammetto che non l’ho amato. E’ un libro che mentre lo leggi pensi “uff” ma poi non riesci a staccarti dalle pagine e lo divori. I personaggi sono belli, misteriosi e mai scontati. Che dire, da non leggere sotto l’ombrellone ma durante le serate di pioggia.

 

Al centro di “Cime tempestose” è la passione dell’orgoglioso e ribelle Heathcliff per Catherine, unita inestricabilmente a lui, da cui pure la dividono censo e cultura, da un sentimento che non le dà pace, neppure dopo…

Gen 22, 2016 - Libri    No Comments

Ho letto: 1Q84

1q84murakami Murakami, ogni volta mi dico che ho letto il suo ultimo libro e poi ci ricasco. Come quando si vuol stare svegli ma non si può fare a meno di addormentarsi. E’ l’atmosfera onirica in cui lui ci fa immergere che a volte mi chiama, i suoi libri sono come sogni in cui ci si assenta per un po’. Non ci trovo particolare bellezza e la trama a volte sembra poco curata…eppure per riuscire a svegliarsi bisogna arrivare all’ultima pagina. 

 

1984, Tokyo. Aomame è bloccata in un taxi nel traffico. L’autista le suggerisce, come unica soluzione per non mancare all’appuntamento che l’aspetta, di uscire dalla tangenziale utilizzando una scala di emergenza, nascosta e poco frequentata. Ma, sibillino, aggiunge di fare attenzione: “Non si lasci ingannare dalle apparenze. La realtà è sempre una sola”. Negli stessi giorni Tengo, un giovane aspirante scrittore dotato di buona tecnica ma povero d’ispirazione, riceve uno strano incarico: un editor senza scrupoli gli chiede di riscrivere il romanzo di un’enigmatica diciassettenne così da candidarlo a un premio letterario.

Dic 3, 2015 - Libri    No Comments

Ho letto: L’assassino, il prete, il portiere

jonasson

Per quanto lo schema sia sempre lo stesso, cioè personaggi improbabili che diventano protagonisti di vicende più grandi di loro, anche questo libro mi è piaciuto moltissimo e mi è dispiaciuto quando è finito, avrei voluto continuare a leggere…a chi sono piaciuti i primi due (di cui non è un seguito), e per chi cerca due risate ma, come me, solitamente fatica a trovarle.

 

Johan Andersson, conosciuto da tutti come Anders l’Assassino, è appena uscito di prigione e sbarca il lunario facendo piccoli lavori per i gangster della zona, e li farebbe anche bene se non fosse per il vizio di bere, che inizia a minacciare la sua professionalità. La sua vita subisce una svolta quando Anders incontra Johanna Kjellander, pastore della Chiesa protestante, e un portiere d’albergo (o meglio, di un bordello, appena diventato hotel con una stella).

Dic 3, 2015 - Libri    No Comments

Ho letto: Amabili resti

amabiliresti Non so precisamente cosa mi abbia conquistato di questa macabra vicenda…c’è qualcosa però che mi ha reso partecipe della storia, un non so che di sovrannaturale come del resto è tutta questa vicenda. Per gli amanti del genere giallo/horror ma non solo….

 

Susie è stata assassinata da un serial killer che abita a due passi da casa. È stata adescata da quest’uomo dall’aria perbene, che la stupra, poi fa a pezzi il cadavere e nasconde i resti in cantina.

Dic 3, 2015 - Libri    No Comments

Ho letto: Cari mostri

 

cari

Ho sempre adorato Benni, difatti a malincuore definisco questo libro piacevole ma mancante di quel guizzo di straordinaria creatività che tanto amo in questo autore. Certamente segue il suo inimitabile stile narrativo, ma mi è mancato il divertimento che solitamente mi prende. Forse voi saprete apprezzarlo meglio di me.

 

Con meravigliosa destrezza Stefano Benni scende negli anfratti del Male per mettere disordine e promettere il brivido più cupo e la risata liberatoria. E in entrambi i casi per accendere l’immaginazione intorno ai mostri che sono i nostri falsi amici, i nostri veleni, le nostre menzogne. La paura è una grande passione, se è vera deve essere smisurata e crescente. Di paura si deve morire. Il resto sono piccoli turbamenti, spaventi da salotto, schizzi di sangue da pulire con un fazzolettino. L’abisso non ha comodi gradini.

Ott 26, 2015 - Libri    No Comments

Ho letto: The Maze Runner Series

mazerunner3bksHo visto il film legato al primo libro e malgrado fosse un teen-movie la storia mi era piaciuta. Pertanto ho affrontato la trilogia via libro perché (ormai lo sapete) volevo sapere come continuava la storia… non l’avessi mai fatto! Il primo libro è scritto malissimo ma un po’ si regge in piedi…dopo siamo proprio in cauta libera, si a come stile che come storia… uno di quei casi in cui è meglio il film! Davvero una perdita di tempo se volete leggere qualcosa di decente. Per questo motivo, i due prequel di cui uno è già in libreria non li leggerò nemmeno …

Ott 26, 2015 - Libri    No Comments

Ho letto: Anna Karenina

annakareninaDopo un po’ di indecisione dovuta alla fatica di “Guerra e Pace” ho deciso di affrontare questo grande classico russo. Non avevo ancora mai letto Tolstoj, lo ammetto. Si è rivelata una bella sorpresa! E’ uno di quei libri dei quali non ci si vuole perdere una frase, in cui si riscopre il piacere della lettura. A parte un paio di capitoli forse un po’ noiosi, questo libro è una perla da tenere nella propria collezione. Difficile trovare descrizioni di personaggi così profonde e ben fatte come in questa opera. Direi che la fama è completamente meritata, leggetelo!

Scelgo di non postare la quarta di copertina perché in tutte quelle che ho trovato si svela un po’ troppo…

Ott 26, 2015 - Libri    No Comments

Ho letto: Il poeta è tornato

6652-Poeta_tornato_NEW.indd

Dopo la piacevole lettura de “Il poeta” ero troppo curioso di leggere questo seguito della storia. Non vi do indizi sulla trama ovviamente, ma mi sento di dire che è un po’ meno originale del primo libro e che non vi perdete nulla di particolare…un giallo da ombrellone.

Rachel Walling, l’agente dell’FBI che si era occupata del caso del Poeta, non aveva mai smesso di sognarselo. Ma il giorno in cui dall’FBI la chiamano perché il killer ha ripreso a colpire, capisce che quell’incubo è tornato realtà. Anche Harry Bosch è alle prese con un’indagine: quella sulla morte del suo amico Terry McCaleb, il cui cuore trapiantato ha ceduto per sempre.

Ago 26, 2015 - Libri    No Comments

Ho letto: Il principe della nebbia

nebbia

Mi era piaciuto “Il gioco dell’angelo” ma devo dire che qui sembra tutto un altro scrittore…  All’inizio crea un’atmosfera interessante, ma poi diventa scontato e banale. Come racconto per le vacanze per ragazzi va bene, ma io purtroppo mi aspettavo molto di più.

1943: il vento della guerra soffia impetuoso sull’Europa quando il padre di Max Carver decide di lasciare la città e trasferire la famiglia in una casa sulla costa spagnola. Il luogo sembra protetto e tranquillo ma, appena arrivati, cominciano a succedere strani fenomeni: Max scopre un giardino disseminato di statue orribili, la sorella Alicia inizia a fare sogni inquietanti, compare una scatola piena di vecchi film che sembrano aprire una finestra sul passato, mentre l’orologio della stazione va all’indietro.

Pagine:«12345678...27»