Giu 10, 2013 - Libri    1 Comment

Ho letto: ZeroZeroZero

zero-zero-zero-saviano-212x300.jpgLa verità e la diffusione del crimine legato alla cocaina ha dei numeri così spaventosi che il primo istinto è di non crederci. Sono rimasto davvero scioccato, pur immaginandomi cosa andavo a leggere. Questo libro è quasi un’enciclopedia della storia del narcotraffico legato alla cocaina. Come dice l’autore stesso, viene davvero la nausea. Eppure al giorno d’oggi ci sono poche opere di questo tipo, con un richiamo commerciale così grande, dovremmo approfittare e leggerlo tutti..


“Scrivere di cocaina è come farne uso. Vuoi sempre più notizie, più informazioni, e quelle che trovi sono succulente, non ne puoi più fare a meno. Sei addicted. Anche quando sono riconducibili a uno schema generale che hai già capito, queste storie affascinano per i loro particolari. E ti si ficcano in testa, finché un’altra – incredibile, ma vera – prende il posto della precedente. Davanti vedi l’asticella dell’assuefazione che non fa che alzarsi e preghi di non andare mai in crisi di astinenza. Per questo continuo a raccoglierne fino alla nausea, più di quanto sarebbe necessario, senza riuscire a fermarmi. Sono fiammate che divampano accecanti. Assordanti pugni nello stomaco. Ma perché questo rumore lo sento solo io? Più scendo nei gironi imbiancati dalla coca, e più mi accorgo che la gente non sa. C’è un fiume che scorre sotto le grandi città, un fiume che nasce in Sudamerica, passa dall’Africa e si dirama ovunque. Uomini e donne passeggiano per via del Corso e per i boulevard parigini, si ritrovano a Times Square e camminano a testa bassa lungo i viali londinesi. Non sentono niente? Come fanno a sopportare tutto questo rumore?” (Roberto Saviano)

Ho letto: ZeroZeroZeroultima modifica: 2013-06-10T12:54:21+00:00da mauroartico
Reposta per primo quest’articolo

1 Commento

  • l’ho letto anch’io un po’ per curiosità, poi l’ho continuato a leggere perché mi rendevo conto che certe cose ci sono davanti agli occhi ogni giorno e non le vediamo proprio. Spaventosamente incredibile per quanto reale siano le cose raccontate.

Lascia un commento